A sud di quel luogo il nulla…

C’è un posto, nel profondo sud del mondo, dove non esistono altri luoghi se ci si prova a spingere un po’ più giù…e in virtù di ciò nessuno si sente più a nord di qualcun altro…nessuno crede che la latitudine dei propri natali sia sinonimo di maggiori diritti…

Sarà per questo che in quel luogo la gente vive serena..senza pretesa alcuna di voler giungere alla conquista di terre che non le appartengono per il semplice motivo che la terra appartiene a tutti…

In quel luogo le persone si rispettano: capita addirittura di vederle sorridersi l’un l’altra senza bisogno di un motivo preciso..sono sorrisi spontanei..senza pretesa alcuna…

In quel luogo le persone si dicono ancora “grazie” o “scusa” quando, malauguratamente, presumono di aver commesso un torto a danno del prossimo..

È una terra dimenticata da Dio e dagli uomini tutti…

..sarà per questo motivo che mi attrae così tremendamente…

…Cosa?..

…Mi stai chiedendo dove si trova questo luogo?…

Se fai silenzio per un po’ comincerai a scorgerla là in fondo nei meandri della tua mente…

Il mondo in una tasca…

Abbiamo ridotto il mondo al nostro giardino di casa, asservendo tutti e tutto ad un unico Dio, credendo di essere dalla parte della ragione.

Poi una mattina ci siamo svegliati e di colpo abbiamo capito che il punto non era avere ragione o torto ma vivere lasciando vivere, ognuno secondo i propri usi e costumi. Si perché c’è più gioia in un centimetro quadrato di caleidoscopiche vite, che in un intero pianeta dominato da un’unica tonalità grigio/scura tendente al nero…