Il mondo in una tasca…

Il mondo in una tasca…

Abbiamo ridotto il mondo al nostro giardino di casa, asservendo tutti e tutto ad un unico Dio, credendo di essere dalla parte della ragione.

Poi una mattina ci siamo svegliati e di colpo abbiamo capito che il punto non era avere ragione o torto ma vivere lasciando vivere, ognuno secondo i propri usi e costumi. Si perché c’è più gioia in un centimetro quadrato di caleidoscopiche vite, che in un intero pianeta dominato da un’unica tonalità grigio/scura tendente al nero…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: