E in quegli attimi appesi ad un respiro…

E in quegli attimi appesi ad un respiro…

E in quegli attimi appesi ad un respiro lei faceva capolino tra pensieri ed emozioni, lasciando tracce che, come tante piccole schegge di vetro calpestate a piedi nudi, rendevano impossibile persino respirare.

All’inizio aveva deciso di resistere ma invano e poi, per evitare di essere sopraffatto dai rigurgiti di ricordi raminghi e sparsi un po’ qua e là, si era lasciato trascinare…e in un attimo sospeso nel tempo, una canzone aveva invaso il suo essere facendolo letteralmente annegare..la canzone faceva pressapoco così:

We could leave the Christmas lights up ‘til January
This is our place, we make the rules
And there’s a dazzling haze, a mysterious way about you dear
Have I known you 20 seconds or 20 years?

Can I go where you go?
Can we always be this close forever and ever?
And ah, take me out, and take me home
You’re my, my, my, my lover

We could let our friends crash in the living room
This is our place, we make the call
And I’m highly suspicious that everyone who sees you wants you
I’ve loved you three summers now, honey, but I want ‘em all

Can I go where you go?
Can we always be this close forever and ever?
And ah, take me out, and take me home (Forever and ever)
You’re my, my, my, my lover

(Lover, Taylor Swift)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: