Abbraccia le mie più sante vergogne

Abbraccia le mie più sante vergogne

Abbraccia le mie più sante vergogne…

…muovendoti al ritmo dei miei pensieri più folli…

Sai che non posso rinunciare a ciò che sono nelle viscere!

Vivo l’istante sospeso in quella terra di mezzo dove la carne e lo spirito lottano per stare a galla fra i pochi attimi di sensuale passione…

In fondo non siamo altro che artigli e ruggiti nascosti tra le decine di pieghe intelligenti della nostra corteccia cerebrale…

Ogni tentativo di sana “normalizzazione” puzza di finzione e di noia mortale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: