Non aggrappatevi a una idea..se è l’unica che avete

Il filosofo Émile-Auguste Chartier ha scritto:

Niente è più pericoloso di un’idea se è l’unica che abbiamo

Quando dovete prendere una decisione nella vostra vita, piccola o grande che sia…non attaccatevi alla prima idea che vi salta in mente, difendendola con le unghie e con i denti…

Siate creativi…sforzatevi di trovare un po’ di alternative che vi possano aiutare quanto meno a mettere in discussione la vostra originaria ideona che, essendo l’unica, vi sembra fantastica e meravigliosa…

…parlate con un’amica/amico di cui vi fidate…guardatevi dentro…alla ricerca di punti di vista alternativi da cui osservare il problema/opportunità..

…l’importante che non vi affidiate solo ed esclusivamente a quell’unico lumicino per cercare di entrare in porto, perché è molto probabile che vi scontriate sul molo…

Volgi lo sguardo lassù verso la tua anima sospesa..

Se ti fermi anche solo per un istante, concedendoti il lusso di uscire da quella vita pesante che ti sei costruito le cui pene inesorabilmente continui ad attribuire agli altri perché sei un codardo…avendo il coraggio di abbandonare quel desiderio di controllo costante che ti porta a dire continuamente ..”non posso..ho le mani legate” alla vita…

…beh…dicevo…se un giorno sarai in grado di sospendere il tuo essere al punto da smettere di pensare che tutto ruota attorno alla tua piccola vita…..allora e solo allora ti renderai conto che c’è un fiume là in alto che scorre lento verso il sole..

..è un fiume fatto di energia e calore..un fiume dentro cui solo gli impavidi possono bagnarsi senza rimanere scottati..

…e se avrai il coraggio di spingerti appena un po’ oltre quella quotidianità fatta di automatici comportamenti routinari che vanno avanti da secoli…

…noterai che tra le acque c’è una persona che nuota tranquilla mentre osserva imperturbabile il sole…

…non sprecare tempo (visto che credi che il tuo tempo sia prezioso ma non lo è nei modi in cui intendi tu) a cercare di capire chi possa essere quella persona..

..annusala…percepiscila…amala, come mai sei stato in grado di amare…senza chiedere nulla in cambio…

…e a quel punto capirai che essa altro non è che la tua anima attenta che attende che tu, rincoglionito dai tempi che furono, ti risvegli per una buona volta e cammini orgoglioso per la tua strada, incerta e imbattuta finché vuoi….ma così piena di liberi pensieri, così lontana da quel gregge idiota i cui confini hai contribuito anche tu, con la tua quotidianità fatta di inutili gesti ripetitivi, a costruire..

…la vita, ricordati, è altrove…è in tutti quegli attimi che si esprimono liberi guardando il cielo, mentre tu ti affanni a chinare la testa per una manciata di polvere che profuma di finto alabastro…

 

 

 

La noia..che rassicurante “dolce far niente”

Scrive Nietzsche in La gaia scienza:

“Per il pensatore e per tutti gli spiriti inventivi la noia è quella spiacevole bonaccia dell’anima che precede il viaggio felice e i venti giocondi; egli la deve sopportare, deve attenderne gli effetti in sé…”

Credo che nulla di buono sia mai nato sotto il cielo plumbeo della fretta di voler raggiungere un obiettivo, di voler ottenere un risultato..le cose meravigliose nascono dalla calma e dalla maturazione dei giusti momenti..con i giusti ritmi…

..sebbene razionalmente cerchiamo di negarlo a noi stessi, in realtà abbiamo un atavico, innato bisogno di lasciare che l’alternanza di euforia e noia regoli le nostre giornate…

..e quando, con occhi pieni di efficienza e produttività, ci rivolgiamo ad uno stato di noia che sopraggiunge come dal nulla con un “uffa” che ci intorbidisce le labbra come un veleno…ricordiamoci che la vita è sempre e comunque una questione di punti di vista e che quello stesso stato di noia che ora ci crea turbamento, fra un momento ci sembrerà una fortuna se solo pensiamo ad esso come a un rassicurante “dolce far niente” sospeso nel tempo.