Un giorno qualcuno capirà

Un giorno qualcuno capirà…

…e capendo smetterà di voler capire…

…perché capire equivale a limitare…

…siamo limitati perché continuiamo imperterriti a voler controllare col pensiero ogni cosa che accade davanti ai nostri occhi…

…copie di mille copie di mille copie…

…Rivoli che si scaricano a valle portati dalla forza di gravità…

…sfociamo in un mare di cui non abbiamo percezione alcuna…

…eppure siamo fatti della stessa acqua!

…risposte preconfezionate…risultato di accumuli di anni che si accatastano sopra gli anni…

…e noi ci ostiniamo a riempire le rughe sulla pelle…noncuranti dei solchi profondi che ci dilaniano l’anima…

…senza nessuna consapevolezza…

…siamo razza da quantità…la qualità non sappiamo nemmeno dove stia di casa…

…il percorso è in discesa e noi ce lo costruiamo in salita…

…ma tutto ciò che c’è da sapere si svolge sotto gli occhi della nostra mente…

…proprio qui e ora…

Tutto il tempo del mondo

Pensavamo di avere tra le dita tutto il tempo del mondo…

…rapiti dalle malie di un buio profondo, quando le notti sembravano poter durare in eterno, sospinte dagli echi delle luci di mille albe infinite a venire…

…ora il risveglio è precoce…nella speranza di rendere di qualche minuto più lunghe, le nostre tranquille giornate autunnali…

…ti prego, lascia acceso quel piccolo lumicino…

…sai che la notte, da qualche tempo, mi rende un po’ inquieto…

Il mare

Il mare ha il potere di far percepire ogni cosa dal corretto punto di vista…

Costa Calma Fuerteventura

…esso è il liquido amniotico della Terra dentro cui, da adulti, abbiamo la possibilità di fare una nuotatina di tanto in tanto ripristinando il nostro contatto con l’eterno…

Fuerteventura

Qual è il punto di vista corretto mi direte voi?

Non esiste un punto di vista migliore di altri di vedere le cose, giudicare i fatti, vivere la vita…

…il mare in tal senso è in grado di mettere d’accordo tutti…ognuno col proprio modo di interpretare l’esistenza…e va bene così!

Già il semplice fatto di sedersi sulla sabbia, sguardo rivolto all’orizzonte, genera un senso di pace e riappacificazione, con se stessi in primis e poi con il mondo…

Shhh…smettete di parlare! Qui, noi abbiamo bisogno di immergerci nel silenzio della vita!