Noi gente imbruttita da pensieri padani

Il paese era piccolo, quanto uno sgabuzzino…

…o forse ero io che lo percepivo tale…

…mi hanno sempre creato un po’ di ansia i luoghi angusti…

…sarà per quella sensazione di mancanza d’aria che si prova, soprattutto quando si avvicina la sera…

…o forse è perché più il posto è piccolo, più la gente che ci abita si sente proprietaria del luogo…e in virtù di questa idiota credenza, guarda di sbieco chi viene da fuori…e per fuori intendo anche solo un metro più in là…

È noto che: luogo piccolo, genti piccole, menti piccole…

…ecco, in questi ultimi anni percepisco che abbiamo trasformato questa vecchia italietta malandata in un posto piccolo come lo sgabuzzino di cui ho scritto poco sopra…

…noi gente imbruttita da pensieri padani, intenti a osservare dalle persiane a mezz’asta nel tentativo di capire chi sia mai quell’uomo che viene dal mare…

…volsi lo sguardo verso il chiosco dei gelati, proprio là al confine tra la terra e l’acqua …

…’in fondo io appartengo a te’…pensai

E con quell’uterino pensiero che mi rivoltava le budella, ti presi per mano e mi diressi verso le onde…

…dal primo minuto in cui nasciamo, la nostra unica ambizione è abbandonarci ad un lento, inesorabile ritornare…

…cullati da un irrefrenabile delirio di onnipotenza…fino alla fine…

“Gr-egge homo”

Chi da un po’ segue il mio blog avrà percepito una certa insofferenza da parte mia per tutto ciò che riguarda il “gregge”…

…non mi riferisco certo al gregge delle amate pecorelle…animali che fin da piccolo mi sono sempre stati molto simpatici..

…mi sto riferendo ovviamente a un altro tipo di animale da branco…il cd. “Homo capra”…

…tra le tante, una caratteristica del Homo capra ritengo essere abbastanza odiosa: sto parlando di quel particolare tipo di accondiscendenza incondizionata verso ogni cosa che viene detta da chi ricopre un ruolo pubblico o simili…la chiamo idiota deferenza…il rovescio della medaglia della quale ha un solo nome: becera codardia

È dall’epoca del “Ecce homo” ponziopilatesco, o forse anche da prima, che l’homo capra ha il vizio malsano di rincarare la dose a seguito di frasi e di slogan gettati in pasto al branco dai “potenti…” e lo fa solo per mostrare deferenza, becera…e non voglio tediarvi con tutti gli esempi di questa idiota deferenza da branco di cui è piena ogni singola pagina dei libri di storia..

”gr-egge homo” è solo un monito per ricordare a me stesso di fare un passo indietro abbracciando la “follia”, ogni volta che a spingermi in avanti è l’inerzia della folla…

…in essa, credetemi, non si trova intelligenza…ma semplice, becera idiozia da branco…

…beeeeee…