Una bellissima signora di mezza età…Bologna

Si alza dal piano, bicchiere di whisky nella mano destra tremolante; si dirige verso il balcone. La sua testa è un vortice di pensieri, ricordi, rimpianti, rammarico, rabbia, tanta rabbia. Guarda giù: Bologna a quell’ora tarda di una sera d’autunno, gli sembra una bellissima signora di mezza età che non ha paura di mostrare al mondo qualche ruga di troppo. Il segreto, pensa, sta tutto lì: non farsi problemi a mostrarsi per ciò che si è, a dire no quando abbiamo voglia di dire no, a cacciare fuori il bello e il brutto di noi e se qualcuno è là pronto ad accoglierlo ben venga, altrimenti che si fottano. Sandro si concede un lungo respiro; l’aria fresca di autunno entra nelle sue narici e gli rinfresca piacevolmente la gola. Per tutta la vita, riflette, ha cercato in ogni modo possibile e immaginabile di assecondare tutto e tutti e questo lo ha completamente prosciugato. E quell’aridità che sente dentro da sempre lui l’ha innaffiata con ettolitri di alcol che gli hanno rovinato l’esistenza. Fin da piccolo gli avevano affibbiato l’etichetta del buono e con quella aveva dovuto combattere giorno dopo giorno. Per un po’ ha recitato la parte di quello che doveva capire tutto e tutti. Poi c’è stato il periodo che doveva comprendere che era già troppo adulto per chiedere ancora certe cose e così è stato fino al presente. Si mette a piangere e poi a ridere, di gusto. Appoggia il bicchiere di whisky sul davanzale, si volta e rientra con passo deciso dentro casa. La sua testa rimugina ancora sul pensiero di poco prima: fottersene di ciò che pensa la gente. E su quelle note verbali che gli rimbombano come un refrain che è andato in loop dentro le pareti del suo cuore spezzato, prende la bottiglia di whisky appoggiata sul pianoforte, si volta verso la parete tappezzata di premi e ricordi, alza il braccio come se fosse un giocatore di baseball professionista e con forza scaglia la bottiglia mandandola a frantumarsi contro il muro, distruggendo tutto ciò che si trova a pochi centimetri dall’impatto. Poi si gira e sorridendo esce di casa con un solo pensiero nella testa: per ricominciare davvero bisogna avere il coraggio di frantumare la bottiglia di whisky che da troppi anni si è scambiata per amica.

Promo download gratuito Libro “Qualunque cosa succeda non fermarti mai”

Fino a Sabato 30 novembre, puoi scaricare il mio libro “Qualunque cosa succeda non fermarti mai” cliccando sul banner sotto.

Affrettati! Mancano solo 4 giorni alla fine della promo!