Il pessimismo è pigrizia

Da qualche parte ho letto che il pessimismo è pigrizia..pigrizia mentale, dell’anima, della coscienza…

…condivido questa frase e ritorno sul tema trattato qualche giorno fa parlando del concetto di felicità: la vita non è una cosa che ci accade, qualcosa che ci piomba dall’alto e ci cade addosso come un macigno lungo una strada tortuosa di montagna…la vita è mettersi in gioco,. sempre e comunque, impegnarsi non tanto per giungere ad una meta…ma per fare dell’impegno un qualcosa di fine a sé stesso…

voglio condividere con voi, in queste poche righe, un concetto di vita come emancipazione..emancipazione da un io che ci hanno cucito addosso fin dalla nascita..emancipazione da tutti i sensi di colpa che derivano dai legami…da quella presunta forma di vita che ci hanno costruito attorno dalla nascita e che per un pò di anni ci hanno raccontato e poi ci siamo raccontati che fosse la “nostra storia personale”…

..quella era ed è la storia personale di altri, che hanno aspettative su di noi e sul nostro percorso..e su quelle aspettative costruiscono un vissuto di gioie e rimpianti, paure e dolori…e queste emozioni dirompenti ce le vomitano addosso…giorno dopo giorno…

..ma noi siamo altro..siamo quello che arriviamo a costruire giorno dopo giorno faticando per uscire da quell’abito che ci va stretto… noi siamo la libertà in nuce di gridare al mondo “QUESTO SONO IO!!”” e chissenefrega se quell’io è diverso da come tanti “TU” si aspettavano…

…ma per fare questo, ci vuole tanta, tanta, tanta positività d’animo…

..e allora abbasso la pigrizia, abbasso il pessimismo e buona seconda vita a tutti!!!

 

VI-VA LA LIBERTA’ !?!