Così com’è…

Raggiunta la vetta…sfiniti i polmoni…appagate le mie più intime necessità dell’anima…

…ho lasciato i pensieri vagare tra spazi infiniti e lì ho finalmente capito…

…che nulla c’è da capire…

…ma tutto è solo da vivere…così com’è…

…finché ce n’è…

Dopo la morte non c’è niente..in compenso prima c’è la vita..

In questo giorno di quasi metà agosto voglio trovare la voglia di vivere e di essere tipica dell’adolescenza…quella voglia di vivere al di fuori di ogni sovrastruttura mentale sempre foriera di ogni genere di preoccupazioni e paure…una voglia di vivere che definirei corporea, diretta…alla Albert Camus…perché tutto quello che esiste è legato all’esperienza e l’esperienza è legata indissolubilmente all’attimo..ecco..così voglio vivere..arrestando il pensiero per un momento (di eterno)…lasciando che la vita mi invada senza farle scudo alcuno…perché ogni scudo, ogni forma di protezionismo sono così pieni di noia e sono figli del “timore di..” e il “timore di..” figlio dell’apatica noncuranza della vita…

…come diceva Albert Camus: “Dopo la morte non c’è niente, in compenso prima c’è la vita..”