Lo scrittore come strumento che genera eternità nel susseguirsi degli attimi emergenti

Di tutti gli infiniti mondi delle possibilità auto-avverantesi in questo spazio che chiamiamo l’attimo del “qui e ora”, la scrittura è l’unico a concedermi il beneficio del dubbio che l’eternità esista per davvero e che io, come tanti altri che amano immergersi nella costruzione e nell’intreccio di storie e personaggi, non sia altro che uno strumento nelle mani del “Costruttore”, che in questo suo incessante giocare a dadi con il destino, altro non è che uno Scrittore, seppur con la ‘S’ maiuscola, in un mondo di scrittori.