Poi..boh…chissenefrega!

“Perché hai scelto me, o Musa?”

Perché in te stan due persone: la prima che fugge da qualcosa e la seconda che corre incontro a qualcosa…il giorno che queste due persone si incontreranno, nascerà un grande uomo!”

“Ma io voglio scrivere, o Musa!”

Scrivere non è un fine, esso è solo un mezzo…la vita è l’unico fine…

“E….” concluse…”ciò che dà valore al viaggio non è la sua destinazione finale, bensì la capacità di continuare a farsi domande lungo il tragitto…e scrivere, è uno dei tanti modi per cercare di darsi qualche risposta!

“E poi, o Musa?”

Poi, boh…chissenefrega!”…mi voltai a cercarla di nuovo..ma se n’era già andata!

Pubblicato da

giacomomanini

Sono uno scrittore indipendente che scrive perché ama farlo: la scrittura, come la pittura, sono le mie due grandi passioni da quando sono adolescente, sebbene non mi sia mai cimentato, pubblicando nulla fino a “ieri”. Poi una notte, svegliatomi di soprassalto, mi sono sentito chiamare sottovoce dalla musa dell’ispirazione e da quel momento, in meno di due mesi ho scritto tre romanzi, uno edito e gli altri due che verranno pubblicati nei prossimi mesi. Scrivo perché amo farlo e da oggi in poi chi avrà voglia, potrà seguirmi leggendo i miei romanzi che parlano di emozioni e sentimenti, di quegli alti e bassi della vita con cui tutti noi dobbiamo fare i conti quotidianamente. Le paure, le gioie, le frustrazioni, sono ciò che danno vita al mio mondo interiore, lo stesso mondo interiore che io, con grande umiltà, desidero condividere con chi vorrà seguirmi avventurandosi con me tra gli abissi e le cime dei paesaggi interiori che mi diverto a creare nelle pagine dei miei libri.

12 commenti su “Poi..boh…chissenefrega!”

  1. condivido in tutto questo tuo pezzo, soltanto pochi giorni fa scrivevo qualcosa che vagamente conferma le tue parole, scrivere è sempre un viaggio, intorso a se stessi e intorno al mondo inteso come umanità, ed è vero la meta non conta, forse non si raggiungerà mai, ma è come vivi questo viaggio e le domande che ti poni, sì è così
    il fuggire da se stessi e il rincorresi sono proprio i due momenti che servono alla nostra crescita e credo questo andare e tornare non avrà fine, è una ricerca che durerà tutta la vita, ed è nella ricerca la sua forza! bello sì!

  2. ah ah ah! Il finale è esilarante!! E mi sa che ai racchiuso bene il tutto… anch’io mi pongo domande su domande, su domande… a volte sembra che la mia testa voglia scoppiare… e scrivo, scrivo trascrivo parte di ciò che la mia testa fagocita e risputa (passami il termine)… ma forse… chissà, forse è bene a volte andare avanti e dire… “Poi..boh…chissenefrega!” ….
    —- continuiamo a naufragar su questo dolce mar ———che a volte mi par sempre in tempesta ………
    ciao e grazie per la riflessione!

    1. Fallo senza problemi…anzi mi fa molto piacere..e poi penso che una volta che le parole, una volta lasciate libere nel mondo, non appartengano più all’autore ma a tutti..grazie mille e buona giornata?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.