L’ultimo respiro con le dita digitando

L’ultimo respiro con le dita digitando

Tracce…di un passato che riaffiora lambendo le aree più scoperte di ricordi fugaci, facendomi solletico all’anima…

…il sole fa risplendere pezzi di oscurità…ho sempre pensato che non si fa mai gli affari suoi e ora ne ho la certezza!

…e la luna? Essa piange sui brandelli alla deriva dei suoi figli dispersi…

…ci siamo dimenticati della sua esistenza, un po’ come si fa con le cose accatastate in soffitta…lassù dove nemmeno la polvere ha più voglia di posarsi…

…si sa, siamo una società in leasing…ed ogni tre anni tocca rinnovare gli accordi…gettando la roba vecchia…toccherà anche a noi prima o poi!

…ricordo un tempo in cui la sera ci adagiavamo leggeri sull’erba soffice delle nostre rispettive certezze e intonavamo una melodia…

…ma da un po’ abbiamo dimenticato come si produce un canto d’amore alla luna…

…sarà, ma a me tutta questa voglia di spogliarsi davanti al mondo, mi mette addosso una tristezza feconda!

…mi hanno chiesto: “smetterai mai di scrivere?

Ora so con certezza la risposta: “smetterò quando l’umanità comincerà ad essere un po’ meno balorda!

Ma credo che esalerò l’ultimo respiro con le dita digitando…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: