Un sogno sbagliato chiamato vita

Un sogno sbagliato chiamato vita

L’anima migra…fluttua nell’aria dell’esistenza umana…saltellando da un corpo all’altro…

…e una volta avvenuto l’innesto…ecco che parte il sogno…

…i ricordi dell’infanzia…i primi amori…le prime delusioni…l’università il lavoro i figli…la carriera…la sicurezza economica…i sacrifici..la vecchiaia…la malattia…o forse no…semplicemente un ultimo attimo inconsapevole..

…ecco la poesia degli ultimi nostri 9 mesi; poesia, perfezione vorrei dire, che noi non riusciamo a cogliere perché troppo attaccati ad un sogno che alla fine risulta sbagliato…

…mesi che coincidono con un nuovo concepimento…da un’altra parte, in un’altra vita…che non non è già più la nostra…ma comunque ci appartiene un po’…come appartiene a tutti gli esseri che hanno fatto o faranno questo breve e stupendo percorso della storia dell’uomo!

Il sogno lo definisco sbagliato perché si poggia sul concetto di attaccamento…

…attaccamento alle cose, alle persone e alle loro vite…attaccamento alla vita stessa..

…e per definizione dove c’è attaccamento c’è dolore…

…e via che riparte un altro meraviglioso sogno sbagliato…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: